RABBIA

“Trattenere la rabbia è come trattenere un carbone ardente con l’intento di gettarlo a qualcun altro; sei tu quello che si scotta”. (Buddha)

La rabbia è un sentimento che si prova in svariate circostanze, spesso rivolto verso qualcosa o qualcuno; reprimerlo porta soltanto ad aumentare il tormento che ne deriva e ad incrinare le relazioni. La cosa migliore che possiamo fare è sfogare questa emozione…

image

image

image

COME FARLO?
Step 1- Ovviamente non possiamo permetterci di prendere a pugni la gente che ci circonda ma è necessario canalizzare la RABBIA in modo socialmente accettato. Se ad esempio, caratterialmente sono una persona che trova beneficio nel fare sport, posso orientare la mia emozione su un allenamento ad alto impatto. Se invece, sono un tipo particolarmente collerico posso scegliere un luogo solitario in cui gridare o rompere oggetti (precedentemente scelti e messi da parte per l’occasione :))

image

image

Step 2 – Affrontare la persona o la situazione che ha scaturito la RABBIA esprimendo in modo chiaro e controllato ciò che si sta provando.

image

In questo processo l’obiettivo è attenuare la RABBIA come emozione negativa ed affrontarla in modo adeguato traendone beneficio ma, non aspettiamoci comprensione o cambiamento da parte degli altri.

Abbiamo solo il potere di cambiare noi stessi…se lo vogliamo!

Annunci

SII IL CAMBIAMENTO CHE VUOI VEDERE NEL MONDO (Mahatma Gandhi)

Capita molto spesso di avere la sensazione di non farcela e di sentire il bisogno di allontanarsi da tutto e da tutti…è possibile! Basta decidere di prendere le distanze dai doveri e dagli impegni quotidiani anche solo per un paio di giorni.

Sali sulla tua macchina con l’essenziale per il cambio di una notte e vagando per la campagna toscana si può incontrare un posto come questo…

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

Senza tv, senza wifi, una bella dimora dispersa nel bosco, solo tu ed il silenzio. Si rigenera corpo e mente e si ritrovano le energie che si pensavano perdute. Se vogliamo tutti ne siamo capaci e tutti possiamo permettercelo!

NON NASCONDERSI

Bartolomeo, nascosto sotto le piante nell’aiuola di casa, per sopportare meglio il caldo…

Non sempre nascondersi risulta così efficace! Soprattutto quando ci porta nuovi problemi!

Caterina è solita prendere decisioni di ogni genere in modo veloce e sbrigativo spinta dall’esigenza del momento. A lungo termine però, le sue scelte si rivelano quasi sempre sbagliate e danno origine ad ulteriori problemi. Quando i suoi collaboratori glielo fanno notare lei si difende apportando ogni genere di giustificazioni e infine aggiunge: “non avevo alternative!”

Evitare di mettere in atto sempre lo stesso comportamento è già un alternativa!

ERRATA CORRIGE

 

Ossia, “correggi le cose sbagliate”!

Nel mio primo post del 7 settembre, avevo promesso d’inserire una regoletta al giorno… come avete potuto notare (e qualcuno mi ha pure rimproverato) non riesco a rispettare questa scadenza!!! Perciò, correggo… inserirò un indicazione utile ogni qualvolta riesco a sottrarre tempo dal lavoro e dalle mie incombenze quotidiane!!! Cercherò di farlo il più spesso possibile!

 Sorry!!!

NON LASCIARTI CONDIZIONARE

In super ritardo ma, come promesso, ecco l’indicazione per oggi!!

Giulia, una donna di 37 anni, arriva nel mio studio e mentre si accomoda sulla poltrona dice:

“per un periodo della mia vita ho fatto la segretaria per mio zio, perché mia madre diceva continuamente che qualcuno doveva aiutarlo; poi ho gestito un piccolo albergo di famiglia perché mio padre diceva che l’unica che aveva le qualità per farlo ero io; ho lavorato per quattro anni come agente immobiliare, perché mio fratello e sua moglie sostenevano che era l’unico settore in cui si poteva fare carriera; da circa due anni lavoro per una banca perché la mia migliore amica, convinta che ero la persona giusta per quel ruolo, ha consegnato il mio curriculum durante le selezioni… io però sono stanca e non so più che cosa voglio davvero!”

Le ho dato un compito: “portami qualcosa che pensi ti rappresenti”

È tornata con una gabbia per uccelli!

  • Ascolta il parere degli altri solo per acquisire informazioni necessarie a fare una scelta consapevole
  • Diffida di chi ti giudica… in questo momento non ti serve!

“Ogni gabbia, per quanto meravigliosa possa essere ha sempre una via d’uscita”

PRENDERSI UN MOMENTO DI PAUSA

Il mio week end all’Elba fa da spunto per questo POST… il cui anagramma è STOP!

Quando abbiamo un problema, una moltitudine di pensieri si susseguono senza sosta attanagliando la nosta mente, portando ansia, angoscia e quella spiacevole sensazione di “trappola”. Spesso il desiderio è di scomparire o di poter andare dall’altra parte del mondo per uscire dalla sgradevole situazione in cui ci troviamo, che appare senza rimedio!

Bene… seguiamo questo bisogno senza pensarlo come una soluzione definitiva o estrema, ma semplicemente come un momento di benessere necessario per allontanarsi dal problema e ricaricarsi di energie positive.

“Quando non sappiamo quale direzione prendere è meglio fermarsi un attimo!”

Ogni problema ha una soluzione

Riapro oggi il mio blog con una nuova “veste”, dedicando questo inizio ad una persona speciale, che ha sempre vissuto ogni giorno con entusiasmo ed affrontato qualsiasi situazione con forza, determinazione e coraggio.

A Lui devo la determinazione, l’ambizione, la volontà di credere che ce la posso fare nonostante tutto e…

…la capacità di ridere, sorridere anche quando le cose non vanno proprio come vorresti!

A Loro devo un ENORME GRAZIE  per aver appoggiato tutte le  mie scelte e avermi sostenuto nel percorso formativo che mi ha permesso di raggiungere i miei obiettivi fino ad oggi!

A Tutti voi invece, persone conosciute e non, regalo questo blog che vuole rappresentare un VADEMECUM per affrontare, gestire e superare i momenti difficili!

In queste pagine trovere una regola al giorno, che corrisponderà al titolo del post, con correlati indicazioni ed eventuali riferimenti tecnici per approfondire; perchè nella vita…

…”non ci sono problemi senza soluzioni, ma soluzioni per ogni problema!”